Tante sono le cose che di questo paese mi hanno stancato, così tante che potrei dimenticare come a volte sia un piacere essere italiana. Così tante che alla fine mi sono stufata di tenerle per me, perchè so che c'è tanta altra gente che si è stufata, quindi perchè non parlarne?
Se volete commentate, sappiate che non rispondo a tutti i commenti, che non accetto commenti osceni che verranno cancellati, ma che sono disponibile ad un confronto, se ne ho tempo.
Se siete qui leggete, se non vi piace quello che scrivo andatevene, nessuno vi obbliga a rimanere e fino a che c'è libertà di parola ho intenzione di dire la mia.

venerdì 21 giugno 2013

POLITICA

sono stanca, veramente stanchissima di vedere che la politica Italiana si divide solo in berlusconiani ed antiberlusconiani. come se l'unico, grande, immenso problema italiano, sia la presenza del Cavaliere in politica o meno.
mi semra quasi di rivedere una sequenza di Jonny stecchino " il problema del nostro paese.... è il traffico."
Berlusconi è un uomo, un politico, magari un grande affabulatore, un uomo dal fascino carismatico che si conquista i voti per come lo dice non per quello che dice, vi posso anche venire incontro.
ma non è lui il nostro unico problema. ha fatto leggi ad personam? e nessun altro ci ha guadagnato qualcosa sencondo voi? pensate davvero che non ci sia nessuno che ha guadagnato nei suoi piccoli inciuci qualcosa dalle azioni di Berlusconi, e che magari proprio per questo ha appoggiato queste leggi?
è andato a puttane? e chi se ne frega? se se le pagava di persona, e lo faceva a casa sua la cosa non mi sconvolge minimanetne, sono convinta che anche quello sia un lavoro e dovrebbe essere legiferato e tassato come qualunque lavoro, e così si eliminerebbe anche lo sfruttamento e lo schiavismo.
prima di darsi alla politica ha fatto strani giri di denaro per avere le televisioni ed i giornali? ed il fatto che ci siano politici che tutt'ora politicano e comunque fanno strani giri di denaro per mettere da parte denaro, gioielli, farsi vacanze iperlussuose e comprarsi case a due soldi, quello invece va bene? solo perchè quelli non si chiamano Berlusconi? eppure a quei nomi, che bene o male conosciamo tutti e che vanno da destra a sinistra, non viene dato nessun risalto, nessuno parla delle indagini che vengono fatte su quei personaggi, o dei processi a cui arrivano o al fatto che lungo l'iter dell'indagine, la stessa sparisce o viene dimenticata in qualche cassetto.
uonimi pesanti nella politica ci sono sempre stati, ma una volta c'era la politica, una visione che si distingueva tra destra e sinistra, ed ancora prima tra democristiani e socialisti, una distinzione di ruoli e di funzioni tra i partiti che hanno perso la loro anima, i loro significati, i loro ideali, e che nascandono questa pochezza d'idee dietro un attacco cieco e continuo al una figura ingombrante come quella di un uomo che oramai non ha nemmeno l'intelligenza di smettere di porsi sulla ribalta dello scandalo e continua tranquillamente la sua strada di sproloqui, gaf e grandi o piccoli errori.
io sono una donna di destra, e non me ne vergogno; come non mi vergogno di dire che quando Berlusconi salì i primi scalini del colle io fui una di quelli che lo votarono perchè, allora, era una mente organizzata e lucida che aveva tirato su un impero economico dal nulla e che poteva essere la svolta in meglio per una nazione che già allora era allo sfascio, non ci prendiamo in giro.
ed i primi tempi, che che se ne voglia dire, ha anche fatto o cercato di fare qualcosa di buono.
certo è che con il passare del tempo quella lucidità di mente e quell'impegno "anche" verso il popolo è andato scemando, ed ora abbiamo quella specie di manichino troppo truccato che quando parla è meglio che gli abbiano scritto il discorso altrimenti non si sa che corbelleria spara.
ma certo è anche che è un uomo, che è stato immediatamente attaccato, e non sul piano politico come sarebbe stato giusto, ma sul piano personale, montando uno dietro l'altro una serie di processi che hanno oramai raggiunto un numero che ha del ridicolo, processi su tutto e tutti, anche quando non sussiste il reato.
il tutto come se lui fosse il male assoluto.
e dietro di lui si nasconde una politica così inesistente che oramai anche una collaborazione attiva della destra e della sinistra non stupisce nessuno, tanto le differenze tra i due partiti sono inesistenti.
e tuesta pochezza che ci governa in maniera così confusa ed incapace che cosa a fruttato?
fa fruttato la nascita di un partito ridicolo come i 5 stelle, non se ne abbiano a male, formato da giovani che vorrebbero davvero cambiare qualcosa in meglio ma che non ha i mezzi o meglio la preparazione per farlo e che usa degli strumenti che li rendono elittari ed inraggiungibili da molti.
un partito che pensa di trovare nel web la salvezza della purezza di idee, mentre il web è si una grande fonte ma anche un coacervo di cavolate, di possibilità di frodare e di fregature.
pensano davvero che il fatto di mandare in streaming le loro assembree di partito, in un paese in cui la copertura informatica è al massimo del 80% tramite ADSL ( con una velocità di connessione che ha del ridicolo) mentre l'uso reale del mezzo informatico è da terzo mondo, sia la svolta politica vincente? si rendono conto che la popolazione anziana italiana è del 27% con un incremento degli over 80 del 150%? e pensano che in una popolazione di questo tipo sia fattibile la loro invasione digitale? ed a parte questo si può seguire le urla di un comico che ha sempre detto tutto ed il contrario di tutto, che ha fatto la storia della sua cariera pubblicizzando la palla che lava senza sapone e lo spazzolino da denti riciclabile?
un partito in cui i mezzi telematici rendono assolutamente non democratiche anche le votazioni interne, come nel caso dell'ultima radiazione dal partito della deputata Adele Gambaro espulsa con il voto degli aderenti al partito, ma solo il 20% di tutti gli aventi diritto hanno potuto votare. ed espulsa solo perchè ha espresso una certa perplessità sui toni tenuti da Grillo.
un uomo che vuole gestire il partito come fosse un moderno Mussolini, che minaccia e offende chiunque non la pensi come lui e chiude le possibilità di colloquio al di fuori del partito con qualsiasi corpo informatico che si tratti di televisioni o giornali, quando all'atto di fondazione del partito la sua parola d'ordine era dobbiamo farci più pubblicità possibile? (ci sono i video su You tube se volete andarveli a cercare) si può credere al un uomo che non accetta la discussione nemmeno all'interno del partito e che pare portare avanti pù una setta che altro?
ed allora a che santo votarsi?
dobbiamo salutare quasi con gratitudine il fiorire di vecchi piccoli partiti che cercano, in un paese oramai arido di idee ed ideali, di riportare in auge antiche ideologie.
tra questo ci sono il nuovo partito comunista da una parte e la nuova fiamma tricolore dall'altra.
partiti che nel loro cercare di poter dire la loro nella nostra politica non si nascondono dietro lo spauracchio di Berlusconi ma cercano di far si che il voto che ricevano dagli italiani sia dato per le loro idee e per le loro programmazioni politiche che non dipendono dalla riuscita o meno dell'ultimo processo del cavaliere.
ci sono anche altre persone che cercano di svincolarsi dal peso infinito delle vecchie figure di partito e provano a dare nuovo fiato al governo, come Renzi, che pur essendo di sinistra ha tutta la mia ammirazione proprio perchè una delle prime cose che ha detto è che Berlusconi non è LA POLITICA ma è solo un politico.

ed infine diciamocelo: se ci sono ancora persone che lo votano ci si deve rassegnare al fatto che ha il diritto di essere votato almeno fino a che non viene sancita la sua ineleggibilità: come lo hanno i rappresentanti dei 5 stelle, come lo hanno personaggi che dell'arcobaleno hanno fatto la loto bandiera, lo ha anche lui.

se vogliamo veramente vedere non è Berlusconi quello che andrebbe eradicato dalla politica italiana: è tutto il corpo politico che andrebbe eradicato dal suolo italiano, eliminato dal colle, pensionato, mandato in vacanza, allontanato da quelle poltrone che paiono cosparse di colla. ed una volta eliminati i cirripedi che stanno oramai perforando la chiglia della nostra nave italiana, si potrebbe anche cominciare a pensare a ricostruire lo scafo con una compagine politica nuova, con delle idee nuove e fattibili, con la voglia di essere utili e senza incentivi economici come ho già avuto modo di dire.
in fondo basta aspettare. questa figura diabolica che pare incombere su tutto il bel paese ha oramai 76 ed a forza di viagra, festini, che siano a base di sesso o di cibo sono problemi suoi, e di poco sonno (che dorma poco lo so di sicuro, ho conosciuto una sua guardia del corpo) prima o poi ci lascierà, come tutti gli esseri umani, e a quel punto chi si è fatto della lotta a Berlusconi le mutande che coprivano le sue pudenda, che farà con le vergogne all'aria?

Nessun commento:

Posta un commento